In un non così remoto passato, 15 ragazzi uniti dalla passione per la seduzione e le discoteche decisero di dar vita a qualcosa che fosse molto più di una compagnia, molto di più di un gruppo basato sul rimorchio; decisero di dar vita ad un movimento, a qualcosa di unico, di elitario ma allo stesso tempo che garantisse ai suoi membri lo stesso calore ed affetto tipici di quando si è a casa con i propri cari. Quel qualcosa era l’Armageddon Squadron.

L’etimologia del nome è complessa, essa si rifà infatti a due precisi riferimenti : il primo è il Nuovo Testamento (Apocalisse 16,16) secondo cui con il termine Armageddon s’indica un luogo dove tre spiriti immondi radunerebbero, alla fine dei tempi, tutti i re della terra. L’interpretazione immediata è che si tratti della battaglia finale tra i re della terra (incitati da Satana) e Dio, quindi la sfida definitiva tra il Bene e il Male e, nella sua accezione più estesa, l’Apocalisse stessa. Il termine Squadron (squadrone) invece fu mutuato dal lessico militare, lo squadrone infatti è una tipologia di unità militare terrestre, aerea, o navale. L’idea di base che sancì il nome definitivo fu quella che quando il gruppo entrava in pista, compatto e ben organizzato come uno squadrone militare, in discoteca sarebbe avvenuta la “fine del mondo”.

I componenti dello Squadrone erano chiamati Armageddoners. Essi si erano organizzati in maniera gerarchica. Questa suddivisione gerarchica, nonostante a prima vista potesse sembrare rigida e immutabile, non costituì mai una barriera tra i suoi componenti nè fece sì che si creassero litigi e dispute interne ad esso. La gerarchia militare ha permesso per tre generazioni che tra i vari membri prosperasse un clima di aiuto reciproco e allo stesso tempo favorì l’insegnamento del rispetto e dell’ammirazione per coloro che occupavano i gradi più alti della piramide, senza che coloro che occupavano i gradini più bassi della gerarchia subissero denigrazioni o fossero oggetto di scherno per le loro capacità ancora non ben totalmente sviluppate. Critiche, consigli e dritte erano sempre ben accette anche quando erano membri di grado più basso a farle agli ufficiali dello Squadrone.

In cima alla piramide gerarchica dello Squadrone c’è sempre stato un Generale. Il Generale era colui, tra i componenti del gruppo, su cui gravavano maggiori responsabilità; era lui il motivatore dei suoi compagni; era lui il primo a buttarsi nella mischia appena arrivati in discoteca, il primo ad aprire e l’ultimo ad andarsene dalla pista. Il Generale era pressocchè esperto di ogni ambito riguardante la seduzione, anche al di fuori della pista da ballo. I restanti membri dello Squadrone si tendevano, invece, a specializzare ciascuno in qualche branca specifica del Dance Game, pur sempre agendo in cooperazione reciproca, andando a far sì che ciascuno coprisse le “mancanze” dell’altro.

Nel corso degli anni, e delle generazioni che si sono susseguite, i ruoli all’interno dello Squadrone sono diventati più paritari, facendo sì che la distanza tra piani bassi e piani alti dell’ Armageddon si affievolisse notevolmente facendo sì che il Generale stesso considerasse ogni suo membro alla stregua di un proprio fratello e viceversa gli ufficiali del gruppo fossero meno avvolti da quell’aura di autorità che caratterizzava invece i primi anni di vita del gruppo.

L’Armageddon Squadron è stato, in definitiva,qualcosa di più di un punto di riferimento per coloro che negli anni ne sono stati membri. E’ stato un’entità assimilabile più ad una grande famiglia che ad un collettivo di ragazzi scapestrati. L’Armageddon Squadron, come una madre premurosa, ha visto crescere ed ha supportato i suoi componenti dalla prima adolescenza all’ingresso nel mondo adulto per tre generazioni. I suoi passati membri hanno condiviso assieme i momenti più speciali della loro vita, momenti che si ricorderanno per sempre, attimi da raccontare ai loro figli, ai loro nipoti. Quegli attimi sono stati vissuti proprio sotto l’egida dell’ Armageddon Squadron.

Gli urli di incoraggiamento, le strette di mano e gli abbracci prima dell’ingresso in discoteca, le gioie, i dolori, i pianti, le vittorie, le sconfitte, i successi e le delusioni vissuti da coloro che sono stati fortunati ad essere partecipi di quest’esperienza di vita sono qualcosa di indescrivibile per chi non ne ha fatto parte. L’Armageddon Squadron purtroppo, come tutte le cose, è stato soggetto a cicli, alternando momenti di crescita e dispersione. Crescendo alcuni suoi membri si sono sentiti appagati dai risultati che l’Armageddon gli aveva permesso di raggiungere, così hanno deciso di intraprendere strade diverse, altri invece hanno deciso di dedicarsi ad altro, volendo divenire specializzati in altre forme di seduzione, ormai pienamente padroni di quest’arte qual’è il Dance Game. Tutti, però, hanno portato e portano nel cuore quelli che sono stati gli insegnamenti dello Squadrone.

Ora, l’Armageddon Squadron di cui sono stato l’ultimo Generale in carica, è sciolto. Non esiste più come entità fisica. Le motivazioni della sua sparizione come elemento culturale underground ed elitario derivano proprio dal fatto che esso fosse passato da essere qualcosa di segreto e di cui le persone estranee non conoscevano nulla, ad un’ istituzione a livello “pubblico” di cui scopi ed obbiettivi erano chiari e manifesti e conoscibili da chiunque. Questa crisi che pensavo irreversibile fino a poco tempo fa, ha trovato un lieto fine e questo è il motivo per cui ora tu sei qui a leggermi. Voglio che tu e tutti coloro che decideranno di seguire questo percorso da me studiato diveniate la nuova generazione di Armageddoners. Sì hai capito bene, voglio che entri a far parte di quello che sarà il nuovo Squadrone dell’Armageddon. Qualsiasi sia la tua provenienza, il tuo passato, le tue esperienze di vita precedenti, nulla ti ha preparato al percorso che stai per intraprendere al mio fianco.

Ti sconvolgerò fin dentro le viscere. Sarà qualcosa di totalizzante. Andrò ben oltre all’insegnamento delle tecniche, delle strategie d’approccio, del canned; qui apprenderai tutto quello che ti serve per ,non solo diventare una macchina inarrestabile sulla pista da ballo, non solo per svegliarti la mattina nel letto con una ragazza conosciuta la sera prima, ma anche per far venire fuori la tua grinta, la tua energia positiva, la tua voglia di spaccare il mondo. Cureremo assieme, io, te e chiunque altro ci seguirà, le ali di questa fenice appena risorta dalle ceneri del passato per riprendere il suo folle volo verso le emozioni uniche che l’Armageddon Squadron ha fatto vivere a tre generazioni di ragazzi che come te hanno creduto che il cambiamento fosse possibile.

Il percorso per decollare verso l’Olimpo dei Dance Gamers sarà lungo ed impervio. Ho deciso, per questo, di non sovraccaricarti in maniera massiccia di informazioni che rischierebbero di farti confusione perdendo di vista quello che è invece il vero obbiettivo qui : il miglioramento di te come persona e come seduttore. Per rendere possibile questo la tua carriera di Armageddoner sarà suddivisa in due momenti ben distinti : il tuo ingresso nella Camerata Cadetti e il successivo Upgrade, con l’entrata a far parte della Camerata Ufficiali.

Starà a te scegliere se acquistare entrambe subito o solamente la Camerata Cadetti per evitare di cadere in tentazione e saltare quelle che saranno le missioni che ti assegnerò nella prima parte di questo percorso. All’interno di entrambe le Camerate troverai delle Unità. Ciascuna Unità sarà incentrata su un argomento specifico e sarà composta da vari Plotoni. All’interno dei Plotoni ci saranno approfondimenti dettagliati riguardanti il tema principale (macro argomento) dell’Unità. Ciascuna Unità avrà un video di presentazione trattante l’argomento ad essa dedicato. All’interno dei Plotoni troverai materiale sia sotto forma scritta sia sotto forma multimediale.

Al termine dell’assimilazione del materiale contenuto in ciascuna Unità e i suoi rispettivi Plotoni, dovrai compiere delle Missioni. Le Missioni ti serviranno per monitorare il tuo grado di avanzamento lungo il percorso. Esse avranno difficoltà crescente e saranno quattro (escluse le Unità riguardanti il Dance Game vero e proprio, che si trovano nella Camerata Ufficiali, le quali avranno più Missioni), una per settimana, per un totale di un mese per completare ogni Unità.

Durante tutto il tempo che trascorrerai nella Camerata Cadetti lavorerai sulle basi sia a livello fisico sia psicologico, gettando le fondamenta del tuo futuro Dance Game. Nella prima Unità della Camerata Cadetti tratterò di Inner Game. Solo con un Inner Game solido riuscirai a sopportare le dure prove a cui il tuo io sarà sottoposto. Una di queste, la più pericolosa, nella quale non di rado si cade vittima è quella dell’ego. In questa Unità le Missioni saranno forse tra le più difficili poichè si tratterà per lo più di esercizi riguardanti la tua psicologia e la tua forza di volontà.

Nella seconda Unità, invece, mirerò al tuo cambiamento esteriore, al miglioramento del tuo look e del tuo stile personale. Qui tratterò di vestiario, accessori, acconciature e cura del corpo. Parlerò di come migliorare il tuo Body Language, la tua camminata e la tua gestualità. Le Missioni di questa Unità riguarderanno questioni materiali e, tra tutte le Unità, sarà quella che ti porterà un maggiore investimento a livello economico.

La terza Unità della Camerata Cadetti è incentrata sul miglioramento delle tue abilità sociali e l’accrescimento del tuo status. Illustrerò in maniera dettagliata Social Proof e Preselection con tutti i risvolti che questi due fattori hanno sul tuo game. Qui metterò a prova le tue competenze empatiche con Missioni che ti metteranno a contatto con altre persone che poi torneranno nel corso delle Unità riguardanti la discoteca vera e propria.

Nella quarta ed ultima Unità della prima parte del percorso ti sarà insegnato come caricarti prima di avventurarti nella tua serata, quali fattori utilizzare per farlo e quali evitare. Ti insegnerò ad andare in God Mode (o stato di “grazia”) istantaneamente e riuscire a lanciarti in pista senza timore. Le Missioni di quest’ultima Unità della Camerata Cadetti saranno in special modo incentrate sul cambiare le tua mentalità qualora quella che adotti ora non sia corretta ma saranno anche volte all’apprendimento di alcune abilità fisiche come il ballo, fondamentale per il tanto famoso Forcing IOI(metodo che consiste nel ballare in maniera lanciata risultando ben presto al centro delle attenzioni delle ragazze in pista).

Quali saranno i vantaggi di essere un appartente alla Camerata Cadetti? Partire dal basso della piramide gerarchica dell’ Armageddon Squadron sarà per te l’occasione di rivivere quella che fu la mia gavetta, durante la quale, senza alcuna guida o punto di riferimento, dovetti apprendere tutto, quello che ti insegnerò, da solo e attraverso l’accumulo di una carrellata innumerabile di esperienze di cui tante,tantissime, negative che mi hanno, più di qualsiasi altra cosa, permesso di giungere al livello a cui sono ora.

Rivivrai tutte quelle difficoltà che io dovetti affrontare da solo, ma con me affianco che saprò dirti dove starai sbagliando e dove facendo giusto. In quattro mesi sarai completamente “nuovo”. E le persone attorno a te, fidati, si renderanno conto di questo cambiamento repentino, molto di più di quanto se ne resero conto con me, che per trasformarmi completamente ho impiegato anni, attraverso una trasformazione lenta ed incostante. L’essere Cadetto non significa essere inferiore, ma semplicemente significa essere aperto al miglioramento e pronto a metterti in gioco con tutta la determinazione e la tenacia tipica di coloro che scelgono di propria volontà di diventare membri di un esercito. Quest’esperienza ti farà crescere, come lo stesso avvenne per me quando divenni un Cadetto e fui accolto nell’ Armageddon Squadron.

Al termine del tuo percorso come Cadetto avrai un Inner Game solido, non più soggetto a sbalzi di umore assurdi e capace di supportare il tuo outer game, il tuo game vero e proprio, in maniera decisa. Non sarà solo il tuo Inner Game a subire un drastico cambiamento; il look e lo stile, non solo nel vestire, ma anche nei gesti e nei comportamenti, acquisiti al termine di questo percorso saranno oggetto di attenzioni e smetterai di essere un anonimo tra tanti anonimi. Questo uscire dall’anonimato ti condurrà poi a stringere nuove amicizie e fare conoscenze che poi saranno decisive quando sarai Ufficiale. Per ultimo, ma non per importanza, l’Ultima Unità della Camerata Cadetti ti sarà fondamentale per acquisire quella carica necessaria e assolutamente non rinunciabile che ti servirà in maniera risolutiva a lanciarti nel bel mezzo della baraonda del dancefloor una volta diventato a far parte della Camerata Ufficiali.

Se diventare Cadetto e superare le Missioni, assegnate dalla Camerata Cadetti, era un modo per farsi le ossa e gettare le basi fondamentali per diventare un Armageddoner a tutti gli effetti, entrare nella Camerata Ufficiali sarà mettere in pratica ciò che hai appreso e le conoscenze che hai acquisito nel corso della tua gavetta. Divenire Ufficiale non pensare che corrisponda al termine del tuo percorso. Quando divenni uno degli Ufficiali dell’ Armageddon, inizialmente fu quasi più dura che essere un Cadetto, ma questo perché divenni Ufficiale senza le solide basi (basi che io avevo acquisito in maniera incompleta e che solo dopo essere divenuto Generale finì di gettare) che invece tu avrai appreso durante l’addestramento della Camerata Cadetti.

L’essere Ufficiale non significa essere superiore, ma bensì essere consapevole di quelle che son le proprie capacità effettive. Il percorso degli Ufficiali sarà più lungo di quello dei Cadetti. Esso sarà composto da 6 Unità. La prima di queste 6 Unità è il riscaldamento dei motori. In questa Unità ti insegnerò tutto quello che devi sapere sulla così detta fase “Pre-Disco”. Imparerai a studiare la logistica delle location, ad analizzare i frequentatori di esse in termini analitici e ad avere un occhio più esperto nel capire le varie situazioni attorno a te. Le Missioni riguardanti questa Unità saranno incentrate molto sulle tue abilità da osservatore, che ti insegnerò a sviluppare, e su quelle sociali precedentemente acquisite nel corso dell’Unità Social della Camerata Cadetti.

La seconda Unità della Camerata Ufficiali è inerente alla discesa in pista e l’entrata nel vivo delle danze. Questa macro Unità sarà divisa a sua volta in due Unità. Nella prima di queste tratterò ogni singolo istante dell’approccio fisico in pista e le infinite casistiche del dancefloor. Le Missioni di questa Unità presuppongono che tu da Cadetto abbia metabolizzato in particolar modo le informazioni contenute nelle Unità Inner Game e Frame & Mindset. Saranno Missioni dure. Dovrai uscire definitivamente dalla tua zona di comfort per portarle a termine, ma non temere, come ce l’ho fatta io ce la farai pure tu.

La seconda Unità riguardante il Dance Game riguarda invece aspetti più sottili dell’approccio in pista. Qui andrò a parlare di come comportarsi di fronte a determinate situazioni, come gestire altri uomini o ragazze che potrebbero ostacolarti nel corso del tuo Game in pista, come condurre un Game quando si è in coppia con un proprio amico o in di più e molto altro ancora. Come per le Missioni della prima delle due Unità dedicate al Dance Game anche quelle di questa seconda Unità non saranno una passeggiata, oltre ad essere copiose rispetto alle solite 4 Missioni che ti venivano assegnate durante un’Unità in Camerata Cadetti.

Per completare entrambe le Unità sul Dance Game impiegherai circa 3 mesi. Al termine delle Missioni delle due Unità sul Dance Game, giungerai all’Unità per la quale, forse, sei qui. L’Unità che, una volta completata, sancirà il tuo definitivo level up, il tuo salto verso un nuovo livello di Game. In quest’Unità si tratterà di come condurre il gioco dal approccio in pista da ballo, al sesso la sera stessa, passando per tutte le varie fasi di una One Night Stand (ONS). Imparerai ad evitare le resistenze dell’ultimo minuto (LMR) ancora prima che esse giungano e a superarle in caso non sia possibile fare diversamente. Scoprirai in quest’Unità i segreti dell’escalation fisica in pista, le tecniche verbali e tutto il corredo di abilità che mi permettono di giungere con naturalezza alla conclusione con una ragazza conosciuta la sera stessa. Le Missioni di quest’Unità saranno le più difficili dell’intero percorso. Per questo mi voglio assicurare che tu abbia assimilato al meglio ogni insegnamento da me trasmesso nelle precedenti Unità, e, in special modo, quelli contenuti nella Camerata Cadetti.

Sia che tu voglia o meno mantenere i contatti con le tue chiusure, sia che tu, nonostante abbia giocato al meglio delle tue opportunità, ti troverai in situazioni in cui la chiusura non sarà possibile per cause di forza maggiore e dovrai, per questo, rimandarla ad un appuntamento, nella penultima Unità della Camerata Ufficiali troverai la risposta alle tue domande. Qui lavoreremo sulla fase “Post-Disco”. Ti insegnerò come usare i numeri di telefono che prenderai in pista, come gestirli e, coordinatamente ad uno dei Plotoni della macro Unità Disco Game, come capire quali numeri di telefono siano solidi e quali no. Entrerai nei meandri delle mie tecniche di chat game anticonvenzionali, dentro al mondo del Mind Fucking, arriverai a far fare alle ragazze qualsiasi cosa tu voglia solo attraverso le tue parole. Infine giungerai con semplicità a fissare appuntamenti ed arrivare a concludere ciò che in pista non avevi avuto modo di concludere.

Come già prima specificato, il percorso per diventare un Armageddoner è stato tracciato in orizzontale con un via via crescendo di difficoltà delle Missioni, questa penultima Unità sarà particolarmente difficile poiché ti troverai a dover stravolgere anche il tuo stile di scrittura, oltre al dover costruire, per la prima volta in assoluto, qualcosa che va oltre alle frasi fatte : veri e propri argomenti di conversazione basandoti sulle tue passioni ed attitudini. L’ultima Unità della Camerata Ufficiali è un’Unità speciale nella quale inserirò argomenti EXTRA col tempo; tra cui, posso anticipare, è mia intenzione spiegarti come costruire il tuo gruppo, come scegliere i membri del tuo piccolo Armageddon Squadron e quali valori e caratteristiche dovrai andare a cercare quando dovrai scegliere i componenti del tuo Squadrone.

Come io, in quel freddo Inverno 2012, quando divenni un Cadetto e fui accettato all’interno dell’ Armageddon Squadron, avendo l’incredibile possibilità di essere reso partecipe dei suoi segreti, voglio che tu ora, attraverso di me, unico portatore di questa cultura underground (qual è quella dell’ Armageddon Squadron) ancora attivo sul dancefloor, entri a farne parte. Io, Zema, sarò il tuo ponte, il tuo anello di collegamento, il tuo tramite per giungere in possesso di questo sapere. Ho istruito personalmente un’intera generazione di ragazzi che, proprio come me all’inizio, sono partiti da esperienze pari a zero o quasi, per poi divenire abili seduttori in grado di sviluppare poi, nel tempo, uno stile di Game, non solo in pista, del tutto personale e con caratteristiche proprie. La strada per diventare un veterano del dancefloor è di fronte a te e aspetta solamente che tu faccia il primo passo all’interno di questa nuova via che, ti posso assicurare, porta, lungo il suo tragitto, tante soddisfazioni. Quella strada inizia qui.

E’ tempo di arruolarsi,

ZEMA WANTS YOU FOR ARMAGEDDON SQUADRON!

ZEMA

Zema è il massimo esperto per quanto riguarda il Dance Game in Italia. Profondo conoscitore delle tecniche di seduzione legate all'ambiente delle discoteche e dei club, nel corso di 8 anni ha potuto studiare ed analizzare le dinamiche sociali della nightlife in molte diverse città italiane arrivando ad elaborare un metodo tutto suo ed estremamente efficace che ha permesso a lui ed ai suoi allievi di arrivare a sedurre sul dancefloor donne appena conosciute in qualità e quantità che, ai più, i suoi numeri sembrano fantascienza. Alla sola età di 24 anni ha portato a letto quasi 200 ragazze utilizzando come terreno di gioco quasi unicamente le così tanto biasimate e criticate discoteche italiane. Abilissimo anche nel mondo delle chat ha fatto del suo stile di Chat Game una vera e propria arte che utilizza per portare le ragazze ad aprirsi e con naturalezza giungere al sesso al primo appuntamento. Fondatore di Armageddon Squad, un percorso nato dalla voglia di trasmettere le sue conoscenze a tutti coloro che vogliono mettersi in gioco e raggiungere un certo tipo di risultati in ambito personale e seduttivo, crede fermamente che chiunque possa seguire le sue orme con successo ed attuare nel suo piccolo una rivoluzione per cambiare le cose e migliorarsi nel rapporto con le donne.